Cos’è una DAW?

Direttamente da Wikipedia:

“Una digital audio workstation (DAW) è un sistema elettronico progettato per la registrazione, l’editing e la riproduzione dell’audio digitale. Una caratteristica fondamentale delle DAW è la capacità di manipolare liberamente i suoni, allo stesso modo di un word processor che modifica le parole”

In parole più semplici si tratta di un programma per creare musica, ma non solo.

Ecco le funzioni principali:

  • Composizione
  • Produzione
  • Registrazione
  • Mixaggio / Mastering
  • Editing audio

Le DAW permettono quindi di miscelare più sorgenti audio (tracce) in ingresso e trasmetterle in un unico canale, cioè quello di uscita o Stereo Out.

Qual è la migliore?

Partiamo dal presupposto che ci sono programmi semplici e programmi leggermente più complessi.

Leggermente!!!

A parte gli scherzi, se stai pensando di scaricare la tua prima DAW, il mio consiglio è quello di iniziare con quelle più semplici, per evitare di scoraggiarti nel caso in cui ti trovassi davanti a mille funzioni diverse.

Una domanda che ti devi porre prima di scegliere la DAW è questa: “Cosa ho intenzione di fare?”

Devi cercare di capire che progetti hai, quali sono i tuoi obiettivi e cosa vuoi ottenere da quel programma.

E’ ovvio che ognuno ha un’opinione personale su ogni singolo programma e si trova bene con alcuni piuttosto che altri.

Cosa fare quindi?

Ti direi di provarli tutti, ma è uno spreco di tempo pazzesco.

Cerco di aiutarti io in questo articolo, in modo che alla fine della lettura hai una visione generale più chiara.

Ricordati solo che devi trovare LA DAW CHE FA PER TE, non quella per forza più comune ed utilizzata.

Perchè alla fine sei tu che dovrai lavorarci sopra ore e ore, giorni e giorni.

Se non ti trovi bene o non riesci a prendere confidenza col programma allora significa che c’è qualcosa che non va.

E in quel caso puoi pensare di provarne un altro.

Premessa

Mi sembra giusto ricordarti che molte DAW offrono versioni gratuite di prova e quindi non rischiare nell’acquisto immediato di una di queste.

Quando ne hai la possibilità, scarica sempre prima la DEMO.

Prima prendi confidenza col programma, lo testi e infine se tutto quadra, procederai con l’acquisto.

PS: Se hai già una demo, allora non ti resta che iniziare a produrre partendo da qui.

Elenco DAW

Voglio elencarti le DAW più utilizzate al giorno d’oggi.

Questo elenco arriva dalla mia esperienza personale a riguardo, ma ti avviso: NON le ho provate tutte! 🙂

Iniziamo.

-ABLETON

Ableton è utilizzato davvero ovunque nella produzione musicale.

Si tratta di un potente strumento di registrazione e di editing per musicisti di tutti i livelli.

Viene utilizzato sia per piccoli progetti personali in Home Studio, sia per grandi live.

E’ arrivato fino alla nona versione perchè la maggior parte delle caratteristiche interne sono ben sviluppate: editing e composizione risultano piuttosto semplici.

Gli effetti e gli strumenti sono facilmente accessibili attraverso un semplice pannello.

Può essere sia un primo passo verso la produzione, che un enorme passo fatto da un professionista che vuole cambiare Daw.

E’ la DAW più usata IN TUTTI I GENERI MUSICALI.

-AUDACITY

L’aspetto migliore di Audacity è la sua semplicità secondo me.

Questo programma è stato rilasciato nel 2009 come software di registrazione completamente gratuito.

E continua ad essere gratis ancora oggi.

È leggero e compatibile con tutti i sistemi operativi.

Le funzioni di base di Audacity, lo rendono ideale per il mixaggio di più canzoni insieme, registrare e modificare le tracce.

L’interfaccia è semplice da imparare e facile da padroneggiare nel corso del tempo.

SE SEI NUOVO nella produzione e sei alla ricerca di un programma di registrazione BASILARE, Audacity è perfetto per prendere confidenza con la produzione.

Però ti avviso: Audacity non contiene tutte le funzionalità che hanno le DAW più grandi, ma è molto molto semplice e accogliente.

In più è gratuito al 100%.

-REASON

Reason rimane una delle DAW più utilizzate sul mercato ed è utilizzato da moltissimi produttori.

Offre un sacco di strumenti, automazioni, suoni singoli e loop interni.

Il punto di forza di Reason sono i VST. Reason offre alcuni dei migliori strumenti virtuali presenti in circolazione.

Può anche essere usato come uno strumento autonomo per altre DAW.

Ciò significa che è possibile collegare strumenti insieme per poi usarli in altre DAW.

Quindi Reason può essere utilizzato come una workstation di produzione musicale o come un VST da usare in altri programmi di musica!

-PRO TOOLS

Pro Tools di Avid è il TOP per le produzioni professionali.

Pro Tools è ora alla versione 12 e fornisce ogni singolo strumento necessario per ogni fase del processo di produzione.

E’ piuttosto complicato imparare tutti i dettagli di questo programma e non c’è davvero un’altra DAW sul mercato con queste capacità.

Pro Tools utilizza una sezione di ‘Editing’ ed una di ‘Mix’ come finestre principali. I dati MIDI, come in altre Daw, possono essere aggiunti tramite piano roll o finestre di scrittura.

La finestra di mix mostra un’interfaccia semplice dove possono essere inserite grandi quantità di lavorazioni ed automazioni. Questo layout da allora, sembra aver influenzato tutti i layout dei DAW successivi.

Pro Tools First è la versione completamente gratuita di Pro Tools.

Ovviamente limita alcune funzionalità, che i produttori possono ottenere solo se passano alla versione a pagamento.

Se hai intenzione di far crescere le tue abilità in futuro, la DAW di Pro Tools è qualcosa di molto molto interessante. Per fortuna Pro Tools First è leggermente più semplice da utilizzare.

-GARAGE BAND

La DAW è gratuita ed è sviluppata da Apple.

Punti chiave: accessibilità e semplicità.

Ma perché GarageBand è così diffuso? Perchè tutte le funzioni sono facili da raggiungere e applicare. Quando si aggiunge uno strumento in realtà si vede lo strumento nella barra di arrangiamento.

I samples e gli strumenti sono facili da aggiungere in qualunque momento durante la produzione.

GarageBand rende facile caricare e modificare qualsiasi progetto musicale. La chiara interfaccia delle tracce a colori rende il layout facile da seguire.

Nel complesso, GarageBand è uno strumento semplice ma efficace per iniziare con la produzione musicale, sì, proprio oggi!

-LOGIC

Logic X è l’ultima versione sviluppata a livello professionale.

Logic funziona in modo molto simile a GarageBand. Ma offre funzionalità più vaste.

La particolarità di Logic è che semplifica la propria area di lavoro utilizzando una singola finestra di visualizzazione. Questo rende la composizione, l’arrangiamento e il mix/mastering più semplici, perché è tutto in un unico punto.

Se conosci già GarageBand, puoi benissimo iniziare a usare Logic per crescere ulteriormente.

-CUBASE

Cubase di Steinberg rimane uno dei più popolari e completi software di produzione musicale.

Cubase è una DAW piena di funzionalità e contiene molti plug-in.

Si rivolge ad un flusso di lavoro professionale e inizialmente può essere complesso da utilizzare.

Le tracce hanno generalmente più dettagli e sono intuitive.

Ma le funzionalità sono parecchie e hanno un carattere senza dubbio avanzato.

-FL STUDIO

FL Studio o Fruity Loops è uno dei favoriti.

La versione 12 offre un’interfaccia completamente aggiornata.

Viene fornito con una grande quantità di plug-in tra synth, campionatori ed effetti.

I suoi punti forza sono l’accessibilità e la robustezza della workstation con molti artisti che sollecitano come è semplice e veloce buttar giù delle idee.

Image-Line offre anche leggeri aggiornamenti a vita GRATUITI per il programma. Questo significa che se lo acquisti una volta, avrai accesso a tutte le future versioni.

-REAPER

Si tratta di una DAW potente e davvero completa.

Comprende un sacco di strumenti utili, tra cui video tutorial chiari.

Ogni traccia creata in Reaper può fare qualsiasi cosa di cui avete bisogno (audio, MIDI, video) e questo rende tutto molto più semplice.

REAPER è una grande opzione se si sta appena iniziando o se avete in testa un’ottima Daw.

Utilizzato sia da principianti che da esperti.

Se arrivi da un’altra DAW e sei abituato ad un particolare flusso di lavoro, non avere paura di Reaper. Può essere adattato a te.

Ok, ma una volta scaricata la Daw come posso iniziare a produrre?

Bene, se sei arrivato fin qui hai una visione generale di quelli che sono i programmi per produrre la tua musica da oggi in poi.

Sicuramente però ti starai chiedendo cosa fare dopo averne scaricata una.

Beh…ci ho già pensato io!

Ho creato 4 video gratuiti per te sulla teoria per Beatmakers >>

Stay Creative 😉