E’ un articolo molto richiesto questo.

Ci sono tantissimi musicisti/producer là fuori che hanno talento, ma non sono creativi e di conseguenza non riescono ad esprimere il massimo del loro potenziale nella musica.

Questo articolo è dedicato in particolare a quei compositori e produttori che ad un certo punto, in fase di creazione, si bloccano e mandano all’aria un progetto valido.

Ma passiamo subito ai consigli che mi sento di darti per aumentare la creatività nella musica!

“La salvezza umana giace nelle mani dei creativi insoddisfatti”

Questa frase ti fa capire una cosa fondamentale: NON devi mai accontentarti di ciò che stai creando.

L’insoddisfazione riguardo al tuo brano o al tuo progetto musicale, è utilissima.

E’ solo quando non ti reputi completamente soddisfatto che migliorerai.

Che cercherai nuove strategie, nuove melodie, nuove armonie.

A questo punto ti starai chiedendo…“Ci sono tanti brani o progetti su cui non sono pienamente soddisfatto/a, però non riesco a trovare le giuste idee per migliorarli e di conseguenza mi sento sempre al punto di partenza; come faccio?”

La prima domanda su cui ti voglio far riflettere è: Creativi si nasce o si diventa?

Non c’è ancora una risposta certa, ma ti posso garantire che ognuno di noi, a suo modo, lo è.

Il problema si riscontra quando non sappiamo nemmeno se la strada musicale che stiamo percorrendo in questo momento è quella giusta.

Se sei sulla strada sbagliata e non te ne stai rendendo conto, sicuramente avrai problemi con la creatività: MA TI AVVISO CHE E’ NORMALE.

Quando un musicista o un artista in generale, ha le idee chiare sulla strada da intraprendere e sul suo percorso IDEALE, automaticamente avrà dentro di sè la giusta motivazione per sviluppare sempre nuove idee, una dietro l’altra.

Le tue idee sono TUE

Spesso, per nostra sfortuna, abbiamo a che fare con persone che giudicano costantemente in modo negativo il nostro operato.

Queste persone purtroppo vogliono scoraggiarci e buttarci giù…perché probabilmente sono gelose della nostra creatività!

Il problema sorge quando a lungo andare, diamo retta ai giudizi esterni e lasciamo che le nostre idee diventino deboli.

Devi capire che queste persone non vogliono correggerti, non vogliono appoggiarti! Il loro compito è quello di farti cadere, di porti dei dubbi esistenziali.

Voglio ricordarti che le tue idee sono solamente TUE.

Entriamo nello specifico con un esempio.

Hai composto un nuovo brano pochi giorni fa, un inedito. Hai lavorato settimane e settimane per creare qualcosa di veramente originale, qualcosa di tuo e finalmente ci sei riuscito/a.

Sei davvero entusiasta solo all’idea di far ascoltare questo brano alle altre persone e di farle emozionare con la tua musica.

Prima di pubblicare il brano online però, decidi di farlo ascoltare a un tuo amico o conoscente, che inizia subito a giudicare negativamente questa nuova idea e te la boccia.

A questo punto cosa devi fare?

Lascia perdere questi giudizi, positivi o negativi che siano, e torna a provare entusiasmo per il tuo progetto.

Se non difendi le tue idee solo per un paio di giudizi negativi, rischierai di eliminare per sempre un brano valido.

Ma non solo.

Le tue idee inizieranno piano piano a diventare sempre più deboli…e in futuro, ogni volta che avrai un’idea brillante in fase di composizione, ricorderai i giudizi negativi di qualche amico (che non conosce minimamente la musica) e la tua creatività ne risentirà senza alcun dubbio.

“Cosa mi consigli di fare allora in questi casi?”

Sicuramente non devi scappare dai feedback delle altre persone e isolarti.

Devi però ricordarti che le tue idee sono TUE e nessuno può toccarle o stravolgerle.

Quindi: ascolta i feedback degli altri, ma mantieni il focus sulla tua idea iniziale.

Solo alla fine del progetto, potrai domandarti se puoi fare di meglio ed eventualmente tornerai al punto precedente, cioè: non accontentarti.

Esercizio: 4 generi musicali diversi

Se mi segui su Instagram, molto probabilmente avrai già visto qualche post o qualche storia dove parlo di questo argomento.

Come puoi aumentare la creatività se ascolti sempre le stesse canzoni?

Ok, sembra un pò crudele come domanda, ma alcuni musicisti fanno questo errore.

Non ti nego che anche io in passato continuavo ad ascoltare un unico genere: il rap (probabilmente perché stava iniziando ad andare di moda).

..E pensa un pò, non mi spostavo dai soliti 4/5 artisti famosi di quel genere musicale.

Non ascoltavo nemmeno altri rapper, figuriamoci altri generi!

Poi, un giorno, parlando con un amico appassionato di musica, mi è stato raccontato nel dettaglio come può realmente aumentare a dismisura la creatività il semplice fatto di ascoltare QUALUNQUE genere musicale.

Non voglio perdermi in altri racconti e ti dico subito come la penso.

Sono alcuni mesi che provo a fare questo esercizio e devo dire che il risultato è sorprendente.

In pratica ogni giorno cerco di ritagliarmi 10/15 minuti per ascoltare 4 canzoni di generi musicali completamente diversi, in continuazione.

Ah.. Non ti avevo detto che l’esercizio lo farai anche tu oggi!

Pronto? Iniziamo!

[1° brano] = TRAP

[2° brano] = ROCK

[3° brano] = HOUSE

[4° brano] = POP

Wow! Abbiamo finito l’esercizio. Prova a farlo per qualche giorno di fila, ogni sera.

Utilizza sempre brani diversi tra loro, italiani o stranieri non ha importanza: l’unica cosa che conta sono i generi completamente diversi e se possibile anche lontani dai tuoi gusti musicali.

Vedrai grandi benefici sulla tua creatività musicale!

PS: Se vuoi mettere in gioco la tua creatività da subito, allora inizia a produrre partendo da qui.

Distinguiti e non seguire la moda

Prima o poi dovrai pensare seriamente a chi sei davvero, a cosa vuoi trasmettere con la tua musica e a che pubblico vuoi “parlare”.

Pensi davvero che la tua musica sia per tutti?

E’ fondamentale fare un lavoro interiore per capire A CHI VUOI RIVOLGERTI.

Se già lo sai, bene! Sei un passo avanti rispetto a moooolti altri musicisti e produttori.

Ora però, devi stare attento a non omologarti.

E’ pieno di musicisti e cantanti che copiano altri musicisti e cantanti che a loro volta copiano altri musicisti e cantanti.

Non ti sto dicendo che non devi ascoltare artisti famosi, anzi, con l’esercizio precedente hai capito quanto può essere utile prendere spunto da qualunque genere musicale e quali sono i benefici reali nella musica che creerai.

Il problema è un altro: tendiamo a omologarci.

“Se un musicista è riuscito ad avere successo con quel tipo di canzone, allora ce la faccio tranquillamente anche io”

Questa è la frase che si ripetono molti ragazzi…risultato: finiscono per copiare quell’artista e quel genere musicale perchè pensano di arrivare velocemente ad avere successo (a volte inconsapevolmente).

La vera chiave per ignorare la moda è fare leva sui nostri punti di forza e sui nostri valori.

Cosa succede se smetti di omologarti?

Inizia a trovare i tuoi valori e i tuoi talenti. Poi rendili unici nella musica.

Se ti focalizzerai su quelli, automaticamente riuscirai a distinguerti e la tua creatività aumenterà perchè non sarai più influenzabile dalla “moda del momento”, ma ragionerai di testa tua.

Non cancellare il tuo passato

“Ma cosa stai dicendo??? Mi hanno sempre detto che bisogna ignorare il passato, che bisogna guardare avanti, che non bisogna tornare indietro nei nostri ricordi, ecc, ecc.”

E invece ti dirò…

Che dal mio punto di vista DEVI focalizzarti sul tuo passato. Io mi focalizzo sul mio passato.

E’ proprio lì che troverai la forza per andare avanti.

E’ quella battaglia che hai superato, quel problema che sembrava insormontabile che ti ha reso l’artista che sei oggi.

Perchè dovresti mai cancellare la persona che eri e la persona che sei diventata oggi?

Ciò che stimola nuove idee sono proprio loro: I RICORDI.

Per fartela breve, ciò che ci evoca realmente le emozioni quando ascoltiamo un brano sono i nostri ricordi.

I ricordi, positivi o negativi che siano, sono l’unica cosa su cui hai il pieno controllo.

Focalizzandoti sul tuo passato e sulle emozioni che hai provato, riuscirai a dare il meglio di te in fase di creazione.

I ricordi hanno permesso ai cantautori di scrivere canzoni stupende e famosissime in pochi minuti.

I ricordi hanno permesso ai musicisti di creare melodie che sono rimaste nei secoli.

Da oggi in poi, non sottovalutare il tuo passato e non cercare per niente al mondo di eliminarlo dalla tua “tabella” dei ricordi.

Ti assicuro che sarà quello il tuo maggior punto di forza!

Naturalezza e libertà

“La mente che si apre ad una nuova idea, non tornerà mai alla dimensione precedente”

L’argomento della naturalezza è strettamente collegato all’essere se stessi nella musica ed esprimere il massimo del nostro potenziale.

E’ solo quando sarai realmente te stesso nella musica, che la creatività arriverà senza chiamarla.

Per essere te stesso al 100% dovrai innanzitutto lasciarti andare, essere naturale, spontaneo.

Ricordati che la disciplina e l’elevata rigidità sulle regole giocano contro la creatività.

“Tutto ciò che non è libertà non può essere fonte di creatività”.

Ok…siamo arrivati alla fine. Se pensi di aver capito i punti fondamentali per aumentare la tua creatività, ma TI MANCANO le competenze per produrre brani TUOI, allora leggi questo articolo per iniziare a produrre in 4 passi!

Oppure se vuoi fare subito sul serio, studia la teoria per Beatmakers a questo link >>

Un abbraccio

Stay Creative!