Esistono ben 2 formule che, una volta comprese e applicate sul Piano-Roll, ti permetteranno di dare forza a qualunque melodia in Midi.

Si tratta di formule che NESSUNO ti spiega.

Anche perchè la maggior parte dei Beatmaker utilizza i Sample e i Loop.

Importa qualche suono qui e là e pensa di aver finito tutto il processo di composizione.

Questo non è sbagliato, per carità, molti produttori utilizzano i Samples.

Ma noi di MusicistaCreativo.it siamo focalizzati al 100% sul Midi ed è questo che ci distingue da tutti gli altri.

Un produttore musicale deve conoscere la musica. Punto.

Alla fine di questo articolo, sarai in grado di sfruttare queste 2 formule magiche per dare forza a qualunque melodia, in qualunque genere musicale, facendo dei semplicissimi Click con il tuo mouse!

Buona lettura!

#1 – Lo puoi fare solo con la produzione Midi

Partiamo dal presupposto che queste tecniche (e molte altre di quelle che troverai all’interno del blog) si possono applicare solo al Midi.

Cos’è la produzione Midi?

E’ quella tecnica di produzione che consiste nello “scrivere” le melodie all’interno del nostro programma di produzione musicale utilizzando i VST.

I VST ti permettono di scegliere tra un’infinità di suoni e preset.

Quindi ogni melodia che crei nel programma può essere assegnata a un suono piuttosto che a un altro.

E tutto questo è fantastico, perchè con pochi Click puoi davvero stravolgere un intero Beat!

..Ma torniamo a noi..

Queste 2 formule magiche (le chiamo magiche perchè nessuno ne parla, MAI, ma non sono affatto magiche) sono PRATICHE, alla portata di tutti e sono applicabili solo al Midi.

D’altronde, se segui il Blog da un pò, dovresti sapere quanto per noi è importante questa tecnica di produzione.

Perchè ripeto, il Midi ha un sacco di benefici.

Grazie ad esso siamo in grado di produrre basi ORIGINALI e modificare le note della nostra composizione con pochi passaggi, perchè abbiamo l’accesso diretto alle melodie sul Piano-Roll; cosa che con i Samples non è possibile.

Ok, questa era una piccola premessa che volevo fare, giusto per fare chiarezza.

Molti pensano che il Midi non sia importante e che basti importare qualche Samples per produrre in modo originale…

Beh, non è proprio così.

Ma ora continuiamo, seguimi ancora, perchè tra poco ti svelo queste 2 formule “magiche”!

#2 – Per applicare queste formule devi conoscere la Teoria

Se non conosci un minimo di Teoria musicale per Beatmaker..

..Allora devi leggere questo articolo interessantissimo dove ti spiego tutto per filo e per segno!

Se invece pensi di conoscere già le basi della Teoria, allora puoi continuare con la lettura.

Perchè è importante conoscere la Teoria per applicare queste 2 formule?

Perchè si basano entrambe sui GRADI DELLE SCALE.

Nooo, non dirmi che ti stai già annoiando!

Nulla di complesso, nulla di noioso, nulla da studiare.

Si tratta di 2 formule semplicissime che dovrai ricordare a memoria da oggi in poi, quando vorrai dare forza alle tue melodie.

Grazie ai “Gradi delle Scale”, siamo in grado di dare più o meno FORZA a determinate note sul Piano-Roll.

(PS: questo vale anche per la tastiera Midi ovviamente).

In questo articolo ti parlo nel dettaglio dei gradi delle scale.

In linea di massima, quello che devi sapere, è che ogni GRADO ha una determinata caratteristica.

Per farla semplice:

Se insieme alla nota (DO), suono il secondo grado (RE), queste due note saranno “in conflitto” tra loro, perchè sono molto vicine e creano tensione.

Se a quella stessa nota (DO), aggiungo il quinto grado (SOL), ecco che la timbrica cambierà totalmente!

Perchè il quinto grado è uno dei più utilizzati nelle progressioni, quindi nei giri di accordi.

E questo non farà altro che rafforzare quel (DO), dandogli un corpo maggiore e un comportamento specifico.

Ok, dai, ora veniamo alla pratica.

Starai pensando “Sì, ma come posso dare forza a queste melodie???”

#3 – Ti svelo le 2 formule magiche

Ecco a te le due formule per rafforzare qualunque melodia in MIDI (e dopo vedremo anche in quali casi è meglio utilizzarle).

  1. IL QUARTO GRADO = +5 SEMITONI
  2. IL QUINTO GRADO = +7 SEMITONI

Ehy, tranquillo, se non hai capito cosa significa te lo spiego subito!

Prima parlavano di gradi, giusto?

Esatto: il 4° e il 5° grado di qualunque Scala (insieme al 1°, cioè la Tonica) sono i gradi più usati in assoluto.

Per creare sul Piano-Roll o sulla tastiera il quarto grado, partendo da qualunque nota, devi salire da quella nota di 5 SEMITONI.

(PS: Ti avevo avvisato, devi conoscere un minimo di teoria per applicare queste formule).

Per creare invece il quinto grado, partendo da qualunque nota, devi salire da quella nota di 7 SEMITONI.

In qualunque tonalità, in qualunque scala, partendo da qualunque nota.

Il bello di queste 2 formulette “magiche” è che sono davvero applicabili ovunque.

E funzionano, SEMPRE.

Prendiamo come esempio la tonalità di DO MAGGIORE.

Immagina di aver composto una bellissima melodia in [DO-MAG] nel tuo Beat (con tutti i tasti bianchi).

Ora vuoi dare forza a questa melodia, ti risulta “spenta”, priva di corpo, poco aggressiva, eccetera…

Ecco, tutto quello che devi fare è salire di 5 o di 7 Semitoni da ognuna delle note che hai sul Piano-Roll.

Se la tua melodia include [DO-RE-MI] (più semplice di così non si può), allora da ognuna di queste note dovrai contare 5 o 7 Semitoni.

Immagina di salire di 5 Semitoni (perchè vuoi creare su ognuna il 4° grado).

Mi segui?

  • Dal (DO) sali di 5 Semitoni –> (FA) –> [DO+FA]
  • Dal (RE) sali di 5 Semitoni –> (SOL) –> [RE+SOL]
  • Dal (MI) sali di 5 Semitoni –> (LA) –> [MI+LA]

Fine.

La tua melodia [DO-RE-MI] è diventata [(DO+FA)-(RE+SOL)-(MI+LA)].

#4 – Quando puoi applicare questi 2 segreti

Lo so, non sono segreti, ma mi piace chiamarli così!

Credimi, sono formule davvero potenti, lo capirai non appena le applicherai sulla tua Daw.

Ora starai pensando…

“In quali casi posso aggiungere Quarto e Quinto grado nelle mie melodie MIDI?”

Per spiegarti questo, e anche per semplificare un pò tutto il discorso di prima, ho deciso di girare un Video PRATICO per te.

Guardalo qui sotto:

Piaciuto il video?

Ci voleva, vero??

#5 – Puoi fare veramente di tutto

Come spiegato nel video qui sopra – e concludo – puoi creare qualsiasi cosa con questi 2 gradi, con queste 2 semplici formule.

Puoi creare:

  • Bicordi (accordi formati da 2 note)
  • Triadi (accordi formati da 3 note)
  • Layering (strati nelle ottave superiori o inferiori)
  • Note singole (puoi dare forza solo ad alcune note)
  • E molto altro…

Se vuoi iniziare seriamente a studiare la Teoria per Beatmaker, Producer e DJ, allora questo VIDEO-CORSO GRATIS fa al caso tuo >>

Grazie per avermi seguito fino a qui e…

Stay Creative!

–Andrea