Se rimani con me per tutto l’articolo, allora potrai accedere a una sorpresa esclusiva!

Qui vedremo nel dettaglio una tecnica di produzione molto ma molto sottovalutata.

Sono davvero pochi i ragazzi che la utilizzano.

Una volta compresa, però, può risolvere definitivamente molti problemi di composizione.

(ps: se non conosci tutte le tecniche di produzione leggi questo articolo)

Molti mi chiedono: “Andrea, come posso trasformare la melodia che ho in mente in sequenza MIDI direttamente sul Piano-Roll della mia DAW?”

In questo articolo scoprirai come fare!

Buona lettura.

Il problema che affligge tutti i Beatmaker

Ci sono sempre più ragazzi che al giorno d’oggi decidono di approcciarsi alla produzione musicale.

Posso capirli benissimo, quando la passione è tanta, anche la forza di volontà è forte.

La maggior parte di questi ragazzi inizia e si ritrova di fronte a molti ostacoli…i problemi sono tanti in questo campo, non bisogna negarlo.

Di quali problemi parlo?

Dall’utilizzo della Daw, alla scelta dei Samples e dei VST giusti.

Dai problemi di Teoria ai problemi di Mix e Mastering.

Insomma, gli ostacoli ci sono! Ma con costanza, determinazione e il giusto metodo, si possono tranquillamente superare.

Tutto questo discorso per dirti cosa!?

Per dirti che il problema che BLOCCA completamente i Beatmaker, nel 90% dei casi, è proprio questo:

LA COMPOSIZIONE MELODICA.

Di fronte a questo problema, non c’è costanza o determinazione che tenga!

Non hai nemmeno idea di quanti ragazzi mi scrivono su Facebook, Instagram, Youtube…chiedendomi come superare definitivamente il BLOCCO che hanno quando devono creare da zero le proprie MELODIE sul Piano-Roll.

Starai pensando che basta una tastiera Midi per risolvere tutto questo.

Non è proprio così.

Prima di tutto devi conoscere la teoria musicale (almeno le basi) che trovi in questo articolo >>

Poi devi capire come sfruttare il potere della tecnica di produzione chiamata…Midi-Kit!

Te lo spiego qui sotto, continua a leggere (e rimani fino alla fine per goderti la sorpresa).

Dalla tua MENTE alla tua DAW con i MIDI-KIT

Sì, il titolo è proprio quello.

Hai letto bene.

La tecnica di produzione che risolverà tutti i tuoi problemi di composizione è proprio questa: La produzione MIDI KIT.

Premessa: non è che puoi evitare di studiare la teoria musicale.

No, no e no.

Qualche riga fa ti ho linkato un articolo per fare i primi passi, vai a vederlo!

La teoria musicale è FONDAMENTALE per chi crea musica.

Chi dice il contrario, semplicemente non sa quello che dice.

Questa tecnica di produzione MIDI-KIT consiste in un metodo veloce, semplice (direi immediato) per avere a disposizione un BUON PUNTO DI PARTENZA quando ti senti bloccato durante la composizione.

Cos’è questo benedetto Midi-Kit?

In parole povere: puoi importare nei tuoi progetti musicali (sul Piano-Roll) melodie già pronte sotto-forma di sequenze MIDI.

Il termine “Kit” sta a significare un “pacchetto” di sequenze Midi prese da un’unica base.

In pratica queste melodie vengono create da altri Producer e Beatmaker e poi vengono vendute online.

Sicuramente ti sarà già capitato di vederle sul web, quando visiti i siti con tutti i pacchetti di Samples (tracce audio).

L’unica differenza dai Samples-Pack è quella del formato della traccia.

I Midi-Kit ti permettono di accedere DIRETTAMENTE alle note sul Piano-Roll.

Guarda qua un esempio:

La traccia Midi che vedi nell’immagine è stata presa proprio da un Kit.

Con un semplice Click l’ho importata nel progetto et voilà!

E’ già pronta per essere modificata!

In questo modo potrai avvicinarti sempre di più “all’idea” che avevi in mente. Bello vero?

I passi da seguire ora

Una volta importata la melodia (o più melodie dallo stesso Kit), non devi fare altro che assegnare alla traccia uno strumento virtuale.

Il bello di questa tecnica è che puoi assegnare qualunque strumento, qualunque Synth e qualunque suono a quella melodia.

Per assurdo, potresti anche assegnare una batteria ahah!!

Quindi, assegna subito uno dei tuoi VST preferiti e ascolta attentamente.

Quella che stai sentendo è una melodia “caduta dal cielo”.

A parte gli scherzi, quella melodia ti sarà di estremo aiuto se fino a pochi minuti fa eri bloccato.

Perchè da quella composizione, puoi creare molte altre tracce.

Il problema in questo caso però diventa un altro: La tonalità del Beat.

Ma di questo parleremo tra poco…

Prima voglio mostrarti il VERO POTERE del Midi-Kit, guarda qui sotto:

Hai accesso a TUTTE le note, mio caro Beatmaker!

Questo significa che puoi modificare tutto ciò che vuoi, come meglio credi.

Cambia i BPM, cambia il ritmo, cambia la Velocity, cambia alcune note, cambia alcuni accordi…

Insomma, buon divertimento!

E ora torniamo al problema iniziale, cioè la tonalità.

Trovare la tonalità del KIT o della singola melodia

Bene, ora siamo obbligati a trovare la tonalità del Kit o di quella singola melodia che abbiamo importato nel progetto.

“Per quale ragione Andrea??”

Perchè grazie alla tonalità, possiamo:

  1. Fare modifiche sensate alla sequenza Midi
  2. Aggiungere altre tracce complementari alla prima, senza stonare

A questo punto le strade che puoi prendere sono solo due.

La prima consiste nel guardare il titolo del KIT dal quale abbiamo importato la melodia.

Spesso (così come nei Samples) troviamo la “Key” di riferimento.

Ad esempio se troviamo A-MINOR sappiamo che siamo in LA-MINORE e non abbiamo nessun tasto nero.

Stesso discorso vale per il DO-MAGGIORE o C-MAJOR.

Queste sono le uniche due tonalità dove non troverai nessuna alterazione, quindi tutti tasti bianchi.

La seconda strada siamo invece costretti a prenderla quando non troviamo in alcun modo la tonalità di riferimento del Kit…

E consiste nello STUDIO della TEORIA MUSICALE per Beatmaker.

Tranquillo, nulla di complesso!

Conoscere almeno le basi di teoria è necessario in questi casi.

Devi sapere cosa sono toni, semitoni, scale maggiori e minori, accordi e progressione.

Stop.

Studiate queste 4 formule in croce, ti assicuro che sarai in grado di capire la Tonalità di qualunque Midi-Kit.

Perchè?

Perchè vedi le ALTERAZIONI presenti nella melodia e sai riconoscere la Tonalità in un batter d’occhio!

E inoltre, lo studio della Teoria ti aiuterà anche nella creazione di MELODIE TUE, originali, uniche...

…Melodie che si distinguono da TUTTI gli altri Beatmaker là fuori.

Per questo, ti invito nel mio corso esclusivo di Teoria Musicale per Beatmaker (4 video 100% GRATIS e 100% ONLINE) >>>

Conclusione + Sorpresa

Ti ringrazio per aver letto tutto l’articolo e per esserti preso del tempo per raggiungere i tuoi sogni musicali.

Ma le parole non bastano.

Per questo, come promesso fin dall’inizio, ecco a te uno dei Video più visti sul mio canale Youtube, che sta aiutando centinaia di ragazzi proprio come te:

Buona visione…per oggi è tutto!

Stay Creative

–Andrea